Cagliari, al comizio della Meloni proteste sul palco e cori contro la leader di Fratelli d’Italia

Cagliari, al comizio della Meloni si sono registrati cori e proteste contro la leader di Fratelli d'Italia che ha concluso il suo comizio.

Cagliari, al comizio della Meloni si sono registrati disordini e proteste. Qualche giorno fa, aveva fatto discutere un filmato che riprendere alcuni manifestanti strappare il manifesto della leader di Fratelli d’Italia.

Cagliari, al comizio della Meloni proteste sul palco e cori contro la leader di Fratelli d’Italia

Cagliari, al comizio della Meloni proteste sul palco

Era già nell’aria e ci si aspettavano i disordini a Cagliari per il comizio di Giorgia Meloni. Sui social mei giorni scorsi era stato condiviso un filmato che riprendeva alcuni partecipanti alla seconda edizione del Pride Infogau a Olbia, in Sardegna mentre strappavano un manifesto elettorale della leader di Fratelli d’Italia.

Così appena la Meloni è salita sul palco, è stata raggiunto da un ragazzo con la bandiera arcobaleno chiedendo di garantire i diritti Lgbtq+. La leader di Fdi non ha voluto far allontanare il giovane manifestante ma ha risposto alla provocazione. “Hai già le unioni civili, quindi puoi fare quello che vuoi. Tu vuoi delle cose, io voglio il diritto di pensarla in maniera diversa. È la democrazia. Si può non essere d’accordo e io e te non siamo d’accordo. E ci rispettiamo“. Poi ha invitato il pubblico ad applaudire il giovane, dicendo di rispettare “il coraggio delle persone che rivendicano quello in cui credono”.

Cori contro la leader di Fratelli d’Italia

Durante il comizio, ci sono stati anche cori e disordini sempre come forma di protesta contro la leader di Fratelli d’Italia. Poco più lontano dal palco, ci sono stati scontri  tra la polizia e alcuni gruppi di indipendentisti sardi, che hanno contestato la Meloni d’Italia al grido di “siamo tutti antifascisti” e “fuori l’Italia dalla Sardegna”. Due manifestanti sono stati poi portati in questura. Verranno denunciati per resistenza a pubblico ufficiale e turbativa del comizio elettorale. Le indagini della Digos proseguono per l’individuazione di altre persone coinvolte negli stessi reati.

La Meloni è riuscita a continuare lo stesso il suo comizio e tra i temi trattati sulle politiche ambientali ha dichiarato di voler “difendere la natura con l’uomo dentro, puntando anche sulla sostenibilità sociale ed economica”. Poi, ha bocciato il reddito di cittadinanza, definendolo “una misura culturalmente sbagliata” perché “vuol dire ai ragazzi di stare a casa e invece abbiamo bisogno dei giovani”.

Leggi anche: Napoli, bollette bruciate in piazza dai disoccupati contro il caro prezzi dell’energia. Un centinaio protestano con la curiosa iniziativa

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram