Calcioscommesse, assolto il ct della nazionale Conte. Esclusa la frode sportiva. Il pm aveva chiesto sei mesi

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Tira un sospiro di sollievo l’Italia del pallone. E anche il Chelsea. Antonio Conte è stato assolto dal gup di Cremona nell’ambito del processo con rito abbreviato per la vicenda del calcioscommesse.  Il pm aveva chiesto per Conte sei mesi di reclusione con la pena sospesa. Ora il commissario tecnico potrà concentrarsi sui prossimi europei. A minuti sono attese anche le preconvocazioni degli azzurri. Subito dopo l’europeo Conte potrà trasferirsi tranquillamente Oltremannica per guidare il Chelsea. Con l’assoluzione dovranno placarsi anche i tabloid inglesi che già lo stavano attendendo al varco.  Assolto anche il suo vice ai tempi del Siena, Angelo Alessio. Erano imputati per frode sportiva per un incontro del periodo in cui dirigevano al squadra toscana. Per l’assoluzione esulta il presidente Figc, Carlo Tavecchio: “Apprendo con grande soddisfazione dell’assoluzione di Antonio Conte decisa oggi dal Tribunale di Cremona. Finalmente la sua posizione è stata chiarita, la mia fiducia in lui non è mai stata in discussione. Adesso siamo tutti ancora più concentrati sull’Europeo”.