Province, via libera tra le tensioni al ddl per abolirle

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

Dall’assemblea di Montecitorio arriva il sì definitivo al ddl Delrio sull’abolizione delle province. Il testo è stato approvato con 260 voti favorevoli, 158 contrari e 7 astensioni. I partiti che si sono schierati contro il provvedimento sono stati Fi, M5S, Lega, Sel e FdI.

Il ddl in questione non sancisce di fatto  la cancellazione delle province, ma apre ad essa la strada riordinando le competenze degli enti locali. Per la soppressione vera e propria servirà invece un ddl di riforma costituzionale che ha già ottenuto la procedura d’urgenza per l’esame al Senato.

La discussione sul ddl Delrio è stata a tratti tesa. Renato brunetta, capogruppo di Fi alla Camera, ha urlato “Golpe! Questo è un golpe, votiamo compatti no!”. A votazione conclusa, invece, dai banchi del Pd è partito un applauso.