Camilleri ricoverato a Roma in gravi condizioni. Lo scrittore ha avuto un arresto cardiaco. Ora è in rianimazione

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Andrea Camilleri è stato ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Santo Spirito di Roma. Lo scrittore, sceneggiatore, regista e drammaturgo siciliano è stato trasportato d’urgenza nel nosocomio romano, questa mattina, in seguito a un arresto cardiaco che lo ha colpito nella sua abitazione. Camilleri, 94 anni il prossimo 6 settembre, è ora ricoverato nel reparto di rianimazione e le sue condizioni sono giudicate critiche.

“E’ stato ricoverato questa mattina – riferisce una nota della Asl Roma 1 – alle ore 9.15 lo scrittore Andrea Camilleri. Arrivato in ambulanza in condizioni critiche per problemi cardiorespiratori. E’ stato assistito dall’équipe dell’emergenza al Pronto Soccorso Santo Spirito e trasferito presso il Centro di Rianimazione dell’ospedale”.

Familiari e amici più intimi da questa mattina sono all’ospedale Santo Spirito. I parenti si sono riuniti nel piazzale vicino alla rianimazione dove è ricoverato lo scrittore. Decine le telefonate di personalità del mondo della cultura e dello spettacolo che stanno arrivando in queste ore ai parenti del popolare scrittore agrigentino per avere notizie sulle sue condizioni.

I medici, nel bollettino medico delle 17. “La prognosi è riservata”, ha spiegato il direttore del Dea dell’ospedale Santo Spirito di Roma, Roberto Ricci, incontrando la stampa. “Il paziente – spiegano dall’ospedale romano – è stato sottoposto a rianimazione cardio-respiratoria con ripristino dell’attività cardio-circolatoria”. Attualmente è ricoverato nel Centro di Rianimazione dell’ospedale, “in assistenza ventilatoria meccanica e supporto farmacologico”. “Sono in corso – conclude il bollettino – ulteriori accertamenti per proseguire l’iter diagnostico-terapeutico”. Il prossimo bollettino sarà emesso martedì alle 12.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La solita Lega di Lotta e di Governo

Con la maggioranza gialloverde aveva fatto incassare bene al botteghino elettorale. Quindi niente di strano se torniamo a vedere il film della Lega di lotta e di governo. Il copione è sempre lo stesso. Salvini promette cose impossibili, illudendo un’Italia stremata dalle misure anti-Covid che

Continua »
TV E MEDIA