Per il Giubileo serve un miracolo. A Roma caos Capitale sulla metro B. Con ritardi colossali, passeggeri infuriati e il traffico in strada impazzito

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il caos Capitale dei trasporti non accenna a migliorare nemmeno con l’avvicinarsi del Giubileo. Stamattina l’ultima puntata, per ora, della metro B. A causa di un treno fermo nella stazione di Bologna, infatti, le due linee (B e B1) sono rimaste bloccate da Policlinico ai due capolinea di Jonio e Rebibbia. Per il tratto interessato dal disservizio sono stati istituiti trasporti sostitutivi di superficie, da Castro Pretorio fino a Jonio e Rebibbia. La furia dei pendolari viaggia anche su Twitter dove tra le tendenze del giorno appare anche #metroB nelle prime posizioni della classifica. Sarà anche che molti passeggeri nell’attesa cinguettano il disagio sui social. Visto che la situazione è davvero paradossale. Con i pendolari che si sono riversati in strada e il traffico in tilt in corrispondenza di varie fermate. Senza contare che chi si è svegliato all’alba per arrivare al lavoro è costretto ad attese infinite. E il traffico ora procede ancora a singhiozzo. Sul sito Atac si legge a causa del ridotto numero di treni circolanti. C’è, po, a complicare ulteriormente il disagio dei trasporti il quarto giorno consecutivo di protesta dei lavoratori di Roma Tpl, il consorzio che gestisce oltre 100 linee in periferia per conto di Atac. I dipendenti che da mesi non prendono gli stipendi regolarmente, si rifiutano di lavorare. Benvenuti nella Roma del Giubileo.

 

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Ci mancava il regalo ai mafiosi

Partito come un venticello, il soffio della restaurazione sta diventando un tornado. Draghi a Palazzo Chigi ne è di per sé il sigillo di garanzia, ma siccome il suo è definito da stampa e poteri forti il “Governo dei migliori”, c’è chi ha deciso di

Continua »
TV E MEDIA