Cinema e teatri, serve un passo in avanti. Franceschini: “Ci sono le condizioni per superare i limiti di capienza sia all’aperto che al chiuso”

"Il settore della cultura ha attraversato un deserto e la ripartenza vera è necessaria. Ora è il momento di fare un passo avanti".

“Il settore della cultura ha attraversato un deserto e la ripartenza vera è necessaria”. E’ quanto ha detto il ministro della Cultura, Dario Franceschini, nel corso del Question Time alla Camera a parlando delle restrizioni imposte a cinema e teatri. “Il settore – ha aggiunto l’esponente dell’Esecutivo – ha accettato in questi mesi le regole rigide che l’emergenza ha imposto, ora è il momento di fare un passo avanti”.

G20 DELLA CULTURA A PALAZZO BARBERINI

“A giorni – ha aggiunto Franceschini – il Cts dovrà esprimersi e domani avrò una audizione con il Cts e cercherò di spiegare le ragioni che consentono di fare questo passo avanti. Naturalmente la decisione sarà collegiale anche in base ai dati epidemiologici”.

“La mia posizione – ha aggiunto il ministro – è nota e credo che alla luce delle regole che hanno tolto molte misure in altri settori in presenza di mascherine, green pass e controlli ci sia una condizione per superare i limiti di capienza sia all’aperto che al chiuso. Credo che questa direzione sia da perseguire ma le modalità saranno oggetto di una decisione collegiale del governo”.

Leggi anche: Balli proibiti nelle discoteche. Meno restrizioni per cinema e teatri. Nuove misure sulle riaperture allo studio del Governo. Capienza maggiorata al 75-80% per gli spettacoli.

Pubblicato il - Aggiornato il alle 18:09
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram