Chi di ciaone ferisce, di ciaone perisce. Sui social parte lo sfottò al Pd e a Renzi. E rispuntano le previsioni sballate dei big. A cominciare da Orfini

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Tutti lo ricoderanno. Dopo il referendum sulle trivellazioni petrolifere, Matteo Renzi ci mise dieci minuti, con tanto di conferenza a Palazzo Chigi, per commentare e celebrare l’astensione, Ernesto Carbone twittò #ciaone e Francesco Nicodemo scrisse della sua giornata al mare, passando la serata a deridere i sostenitori del Sì.

Oggi lo spirito del Pd è totalmente diverso. E non potevano che piovere gli sfottò all’indirizzo di chi, solo poche settimane fa, si gongolava sui risultati del referendum. D’altronde, si sa: il social non perdona. E così a chi ha avuto l’idea in passato di “osare” nelle previsioni delle comunali, ora il mondo di twitter e facebook non perdona e ricorda quanto detto da esponenti di punta del Pd. A cominciare da Tommaso Ederoclite, uno dei dem più in vista del partito napoletano. Qualche tempo fa twittò:

ederoclite

Insomma, previsione tutt’altro che azzeccata quella di Ederoclite. Un po’ come per Matteo Orfini. Il presidente del Partito Democratico, in tempi non sospetti, aveva detto a L’Unità che “Virginia Raggi non vincerà”. Non è andata esattamente così.

Finita qui? Certo che no. Non poteva mancare, infatti, il tweet di qualche tempo fa di Francesco Nicodemo, colui che cura la comunicazione a Palazzo Chigi del premier Renzi. E cosa cinguettava l’onnipresente sui social Nicodemo? Ecco qui:

nicodemoEcco, sì: qualche grillino gli darebbe proprio ragione.

Ma è sul “#ciaone” che spuntano i tweet più esilaranti. Ecco una piccola rassegna: