Cile, trema la cordigliera delle Ande. Terremoto violentissimo di magnitudo 8.3. Incubo tsunami: evacuate un milione di persone

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Scossa di terremoto violentissima sul Cile. Santiago e un’ampia fetta del Paese hanno tremato ieri sera per una scossa 8.3 della scala Richter. Cinque le vittime accertate finora, un milione di evacuati preventivamente in poche ore. L’epicentro del sisma a 11 chilometri di profondità nella zona di Illapel, a circa 200 km a nord di Santiago. Il terremoto è stato avvertito anche in Argentina in maniera molto evidente, ma anche in Uruguay, Brasile, Ecuador e Perù.

Una scossa lunghissima quella di magnitudo 8.3, che ha seminato il panico nonostante i cileni siano ben addestrati e abituati alle scosse di terremoto. Dopo soli cinque minuti altra scossa fortissima di magnitudo 7.1 la magnitudo. E a seguire tante altre di intensità comunque forti e che dalle nostre parti sarebbero bastate a fare danni. C’è stato anche uno tsuanami con tutta la costa evacuata.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA