Colpo turco al terrorismo. Partita l’offensiva: 251 arresti. E 35 militanti dell’Isis uccisi al confine siriano

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

La Turchia batte un colpo contro l’Isis. I raid turchi hanno distrutto tutti gli obiettivi dell’Isis che minacciavano il confine tra Siria e Turchia ha detto annunciato il premier turco, Ahmet Davutoglu. Sarebbero quattro i jet ad aver colpito e affondato obiettivi Isis nel villaggio siriano di Havar, oltre il confine della provincia turca di Kilis. Nel blitz, che ha violato anche lo spazio aereo siriano, sarebbero stati uccisi almeno 35 militanti dell’Isis.

In contemporanea ai raid lanciati dagli F-16 contro militanti in Siria, almeno 251 persone sono state arrestate in Turchia in un blitz anti-terrorismo contro l’Isis e i curdi secondo la tv al Arabiya. La reazione turca dopo la strage di Suruc. In soli tre giorni, sono stati assassinati tre poliziotti e un militare. Attacchi rivendicati dal Pkk curdo.