Come godersi il mare e dimagrire. Ecco la dieta dell’ombrellone: come e cosa mangiare senza soffrire la fame

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Vuoi dimagrire pur non rinunciando ai piaceri del mare e della spiaggia? Niente paura: ecco la dieta dell’ombrellone. Sì, esiste ed è facilmente gestibile. Senza soffrire troppo la fame.

Iniziamo dal pranzo. Quel che si deve evitare è lasciarci prendere dalla gola. Meglio buttarci, invece che sui gelati e sui panini preconfezionati, su carne magra, pesce e uova che devono essere associate ad alimenti alcalinizzanti, remineralizzanti e drenanti come la rucola, i cetrioli, i ravanelli, la cicoria. Ma se proprio non si può fare a meno che mangiare nei bar/ristoranti dei lidi, meglio ordinare insalatone. Con verdure piccole, più facili e veloci da digerire come la rucola, la valeriana, il songino, la misticanza, uova, tonno e olive o pollo alla griglia o gamberetti.

E a cena? Qui ci si può lasciare andare a carboidrati come riso integrale, pasta integrale, quinoa. Che aiuta il dimagrimento e favorisce l’abbronzatura. Ah, importante: mai saltare il pranzo pensando di potersi “rifare” poi a cena. In inverno come in estate, non c’è strategia peggiore.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La balla degli italiani fannulloni

Ogni estate ha il suo tormentone musicale, ma quest’anno, con le discoteche ancora chiuse dobbiamo accontentarci di questo ritornello: “non ci sono lavoratori stagionali perché col Reddito di cittadinanza i giovani non vogliono più darsi da fare”. Su giornali e tv è questa la hit

Continua »
TV E MEDIA