Coronavirus, i dati dell’Inail. Oltre 43mila contagi nei luoghi di lavoro. La metà nella sanità

dalla Redazione
Cronaca

Più di 43mila denunce per infortunio sul lavoro per contagio da Covid-19 nel periodo tra fine febbraio e il 15 maggio. Sono questi i dati forniti dall’Inail, presieduto da Franco Bettoni (nella foto), che spiega che in 171 di questi casi siamo di fronte a decesso e che la metà delle denunce riguarda posti di lavoro nell’ambito sanitario e assistenziale. L’età media dei lavoratori che hanno contratto il coronavirus è di 47 anni ma sale a 59 anni l’età media nei casi mortali: 9 su 10 riguardano le fasce di età tra i 50 e i 64 anni (70,8%) e chi ha più di 64 anni (19,3%). Il 71,7% dei lavoratori contagiati sono donne ma i decessi degli uomini sono l’82,5% del totale. L’analisi territoriale conferma il primato negativo del Nord-Ovest, con oltre la metà delle denunce complessive e dei casi mortali.