Coronavirus, piano del Governo prevede l’innalzamento del 50% dei posti di terapia intensiva negli ospedali. Dalla Difesa stanze per ospitare oltre 6mila pazienti sotto sorveglianza

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Il nostro sistema sanitario saprà essere all’altezza di questa sfida molto severa. La risposta non mancherà, arriverà a tutti coloro che hanno bisogno. Il Governo ha lavorato ad un piano molto importante che prevede l’innalzamento del 50% dei posti di terapia intensiva negli ospedali italiani e del 100% dei posti nelle Pneumologie e nei reparti di Infettivologia”. E’ quanto ha detto a a SkyTg24 il sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa. “Prima della terapia intensiva – ha aggiunto – può essere sufficiente quella sub-intensiva. Dobbiamo fare in modo che il numero di persone che arrivano ad avere necessità della ventilazione sia il più basso possibile, per questo occorrono ancora le misure di contenimento dove sono già state previste. Dobbiamo anche far sì che la terapia intensiva riservi posti anche per i pazienti che normalmente hanno bisogno di accedervi, non solo per il Coronavirus”. La Difesa ha reso disponibile “in caso di necessità e su richiesta delle Autorità competenti” un totale di circa 2.200 stanze e circa 6.600 posti letto, distribuiti su tutto il territorio nazionale, da destinare a pazienti da sottoporre a periodi di sorveglianza.