Coronavirus, Speranza: “Isolamento e sorveglianza necessari per chi arriva dai Paesi extra Schengen. Bene anche i tamponi all’arrivo, sono una misura ulteriore ma non sostitutiva della quarantena”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“È giusto fare tutto il possibile per aumentare i controlli su chi arriva in Italia da Paesi con circolazione del Covid-19 sostenuta. Per questo l’ordinanza che ho firmato il 30 giugno prevede l’isolamento per 14 giorni e la sorveglianza sanitaria per chi proviene da tutti i Paesi extra Schengen. I tamponi all’arrivo sono una misura ulteriore, ma non sostitutiva della quarantena”. E’ quanto ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, parlando delle misure per contrastare l’epidemia di Coronavirus.

Il ministero della Salute ricorda, inoltre, che nel “Decreto Rilancio” è espressamente prevista e finanziata, con oltre 32 milioni di euro, “la possibilità per Regioni e Province Autonome di stipulare contratti d’affitto con strutture alberghiere o di tipologia analoga per applicare le misure di isolamento e quarantena”. Gli stessi fondi possono essere utilizzati per attrezzare le strutture con infermieri, operatori tecnici assistenziali, per la sanificazione e manutenzione, la formazione del personale alberghiero e la lavanderia.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Ci mancava il regalo ai mafiosi

Partito come un venticello, il soffio della restaurazione sta diventando un tornado. Draghi a Palazzo Chigi ne è di per sé il sigillo di garanzia, ma siccome il suo è definito da stampa e poteri forti il “Governo dei migliori”, c’è chi ha deciso di

Continua »
TV E MEDIA