Covid, quarta dose al via: chi la deve fare e dopo quanto tempo. Le regioni si organizzano

Covid, quarta dose
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Covid, quarta dose: è arrivato il via libera per procedere con la prossima somministrazione del vaccino. Sono precisate le categorie che hanno priorità. Le Regioni si stanno organizzando.

Covid, quarta dose al via: chi la deve fare

Si inizia con le prime somministrazioni delle quarte dosi del vaccino per over80ospiti delle Rsa e fragili dai 60 anni in su.

Arriva il via libera con una nota congiunta di ministero della Salute, Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Istituto superiore di sanità (Iss) e Consiglio superiore di sanità (Css), a seguito del pronunciamento dell’Agenzia europea del farmaco (Ema) e Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) e alla riunione della Commissione tecnico scientifica (Cts) di Aifa: “Il richiamo (quarta dose) è previsto per le persone che abbiano compiuto o superato gli 80 anni di età, per gli ospiti delle Rsa e per coloro i quali siano inseriti nelle categorie a rischio e abbiano un’età compresa tra i 60 e i 79 anni”. La decisione, si legge, è nell’ottica di un ulteriore consolidamento della protezione conferita dai vaccini e nel rispetto del principio di massima precauzione”.

Dopo quanto tempo

La nota congiunta spiega anche dopo quanto tempo deve essere fatta la quarta dose: “si raccomanda la somministrazione di una seconda dose di richiamo (booster) con vaccino” anti Covid “a mRna nei dosaggi autorizzati per la dose booster, purché sia trascorso un intervallo minimo di almeno 120 giorni dalla prima dose di richiamo”.

Le regioni si organizzano

Le Regioni hanno già iniziato ad organizzarsi. In Emilia Romagna, per la prima settimana che parte da mercoledì 13 aprile, sono obbligatoria la prenotazione che va fissata attraverso i soliti canali: Cup, Fascicolo sanitario elettronico e farmacie. Intanto, le Aziende sanitarie invieranno a tutte le persone che rientrano nelle tre categorie identificate un sms informativo sull’opportunità di sottoporsi alla vaccinazione. Dalla settimana successiva all’avvio (la data precisa sarà comunicata nei prossimi giorni) sarà invece possibile, esclusivamente presso gli hub provinciali, accedere anche senza prenotazione.

Via libera anche nel Lazio: “La campagna vaccinale per la quarta dose partirà in tutta la Regione da giovedì, oggi abbiamo iniziato a Rieti che per noi rappresenta l’Asl con cui siamo partiti con altre campagne. Sarà possibile prenotare attraverso il sito ‘Salute Lazio’, il proprio medico di famiglia e le farmacie”. Lo ha affermato all’Adnkronos Salute l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

In Lombardia è necessaria la prenotazione. Sono 516mila gli over 80 lombardi che hanno fatto la terza dose da almeno 4 mesi e possono quindi fare la quarta iniezione di vaccino anti Covid. A loro si aggiungono altre 132 mila persone che hanno tra 60 e 79 anni, e rientrano tra i pazienti fragili.

Leggi anche: Pillola anti Covid in farmacia in Italia: costo, come funziona e validità per il Green pass