Criminalità, Alfano dà i numeri: nel 2015 delitti diminuiti del 10,2%. C’è ancora tanto da fare sull’antiterrorismo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Nel 2015 c’è stato un calo dei delitti commessi nel nostro Paese del 10,2%. Lo ha comunicato ieri il ministro dell’Interno Angelino Alfano. Nel dettaglio, c’è stata una diminuzione dell’11,1% degli omicidi, del 13,8% delle rapine e del 9,7% dei furti. “Si tratta di un dato molto importante”, ha sottolineato il ministro, “perché la realtà dei fatti è diversa dalla percezione. Grazie di cuore a Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Corpo Forestale, Polizia Penitenziaria”, ha aggiunto Alfano, che poi ha concluso: “Vorrei ringraziare anche il Parlamento per aver convertito con grande velocità il decreto anti terrorismo”. Infine i migranti. Nel 2015 ne sono sbarcati in Italia 144.200.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA