Crolla il costo della vita

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Dalla Redazione

Crolla il costo della vita nella grandi città italiane. Secondo l’Istat i przzi nelle metropoli a luglio risultanbo in calo: Torino (-0,4%), Firenze (-0,3%), Bari (-0,3%), Roma (-0,2%), Trieste (-0,1%) e Potenza (-0,1%). Giù anche a Livorno (-0,7%), Verona (-0,5%), Ravenna (-0,1%) e Reggio Emilia (-0,1%). Lo rileva l’Istat.

Il dato è confermato da quello dell’inflazione che nel mese passato si è bloccata allo 0,1%. Si tratta del tasso più basso dal 2009. A giugno l’inflazione si era attestata allo 0,3%. Si tratta della terza frenata consecutiva. Secondo l’Istat il rallentamento è “principalmente imputabile all’ampliarsi della flessione su base annua dei prezzi degli energetici regolamentati”. Ad esempio il gas naturale è sceso del 5,4% su giugno e dell’11,2% in termini tendenziali. La stessa Autorità per l’Energia ha deciso nuove tariffe, abbassando il costo del gas.

Calano anche i prezzi dei beni alimentari, mai così bassi dal 1997. Si registra, in particolare, un calo annuo dello 0,6%. Su base mensile il ribasso è dello 0,7%.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La scelta responsabile di un leader

Bisogna aver bisticciato da piccoli con la matematica e la logica politica per sostenere che Giuseppe Conte abbia rinunciato a candidarsi alla Camera a Roma (leggi l’articolo) per paura di essere battuto da Calenda e Renzi. I due, che insieme non arrivano al 4% nazionale,

Continua »
TV E MEDIA