Da lunedì tutta Italia sarà gialla, tranne la Valle d’Aosta che resta arancione. Iss: “L’epidemia non si espande. Progressiva decrescita, lenta e continua”

Da lunedì tutta Italia sarà gialla a fronte di un miglioramento dei dati sull'andamento dell'epidemia. Iss: "Progressiva decrescita, lenta e continua".

Da lunedì tutta Italia sarà gialla, tranne la valle d’Aosta che resta arancione. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firmerà questa sera una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire dal 17 maggio. Le ultime due Regioni a passare in area gialla saranno la Sicilia e la Sardegna.

CAMERA, INFORMATIVA MINISTRO DELLA SALUTE

“L’Rt attuale a 0,86 rispetto allo 0,89 della scorsa settimana – ha detto il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro durante la conferenza stampa settimanale al Ministero della Salute (qui il video) -, l’intervallo di confidenza è sotto l’1. L’epidemia non si espande, quasi tutte le regioni sono sotto 1. I dati parlando di una decrescita riguardo i ricoveri in area medica, con l’occupazione siamo passati al 24% rispetto al 29 della settimana precedente”.

“Decrescita si registra nelle terapie intensive – ha aggiunto Brusaferro -, dal 27% di saturazione al 23. Solo tre regioni hanno saturazione sopra il 30. Nel nostro Paese si mostra una progressiva decrescita, lenta e continua. In tutte le regioni c’è una decrescita confrontando gli ultimi 14 giorni, questo si traduce in un’incidenza in decrescita. L’incidenza è a 96 per 100 rispetto ai 123 della settimana precedente. Dato positivo, stiamo decrescendo”.

https://www.youtube.com/watch?v=2xVaIp2BXfk&ab_channel=MinisteroSalute

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram