Dal decreto sicurezza al Global compact sui migranti, Fico e Salvini ai ferri corti. Il presidente della Camera boccia il provvedimento caro alla Lega. Il ministro lo riprende: “Non lo ha letto”

Il presidente della Camera Fico critico sulle scelte del Governo in materia di sicurezza e immigrazione

Dal decreto sicurezza al Global compact sui migranti, il presidente della Camera, Roberto Fico, e il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, sono ormai ai ferri corti. Due i fronti che vedono l’inquilino di Montecitorio in aperto contrasto con il Governo M5S-Lega sui temi della sicurezza e dell’immigrazione.

Dal decreto sicurezza al Global compact sui migranti, Fico e Salvini ai ferri corti. Il presidente della Camera boccia il provvedimento caro alla Lega. Il ministro lo riprende: “Non lo ha letto”

Il primo riguarda, per l’appunto, l’accordo globale sull’immigrazione delle Nazioni unite, che l’Italia, almeno per il momento, non ha intenzione di sottoscrivere. “Ritengo che l’Italia dovrebbe dire sì al global compact – ha detto il presidente della Camera – ed invito tutti a leggersi davvero il contenuto di questo accordo, perché, tra l’altro, ci consentirebbe di non restare soli nella gestione del fenomeno dell’immigrazione”.

Il secondo riguarda, invece, il decreto sicurezza e immigrazione, divenuto legge e fortemente sostenuto dalla Lega. “Se la mia assenza al momento della votazione è stata interpretata come una presa di distanza dal provvedimento? Bè, avete interpretato bene”, ha aggiunto Fico. “Perché io – ha detto ancora – sono il presidente della Camera e rispetto il mio ruolo fino in fondo, diritti di maggioranza e di opposizione, mando avanti i provvedimenti che arrivano in Aula con la collaborazione di tutti i capigruppo e rimango fedele al mio ruolo istituzionale. Se poi parliamo del decreto nel merito, dopo che è passato, questo è un altro discorso”.

Immediata la replica del ministro dell’Interno Salvini. “Chi contesta il decreto sicurezza – ha detto il vicepremier e leader della Lega riferendosi a Fico – non ho capito se lo ha letto. Non capisco dove sia il problema: allontana i delinquenti e aumenta la lotta a mafia, racket e droga”. E sul Global migration compact: “Faccia votare il Parlamento e il Parlamento deciderà. Io sono contrario perché mette insieme migranti regolari e irregolari”.

Il botta e risposta a distanza ha registrato un ulteriore intervento, ancora di Fico. “È chiaro – ha detto il presidente della Camera rispondendo a Salvini – che l’ho letto il decreto, li leggo i provvedimenti. Ma ci sono tante cose che non avrei voluto leggere al suo interno”.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram