Il DC9 presidenziale è atterrato a Volandia. L’aereo su cui viaggiarono i campioni del mondo dell’Italia ’82 con il Presidente Pertini apre al pubblico

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Salite a bordo e allacciate le cinture. Dopo i lavori di ristrutturazione apre al pubblico il DC9 presidenziale, l’aereo gemello di quello che riportò a casa l’Italia campione del Mondo 1982. L’apertura domattina alle 10.30 a Volandia, il Parco e Museo del Volo sito a Somma Lombardo, adiacente all’Aeroporto di Milano-Malpensa in provincia di Varese, preceduto da un allestimento che ripercorrerà la storia del velivolo che ha portato in giro per il mondo vari Presidenti della Repubblica e il Papa Giovanni Paolo II. E sul quale gli allora campioni del mondo giocarono a carte col presidente della Repubblica Sandro Pertini. Una memorabile partita a scopone quella che vide affrontarsi la coppia Gentile-Bearzot contro Pertini-Zoff. Claudio Gentile sarà presente all’inaugurazione e insieme a lui anche Pietro Vierchowod. Ci saranno, inoltre, il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo, il generale Salvatore Bellia, pilota personale di Pertini dalla sua elezione alla scadenza del mandato.

L’aereo vero e proprio che riportò a casa gli azzurri campioni dalla Spagna è andato distrutto. Il suo gemello, da domani a Volandia, però, continua a rappresentare un simbolo per il nostro Paese e patrimonio del pubblico di Volandia. Il trasferimento in Lombardia la scorsa estate con la fusoliera partita da Fiumicino e arrivata in zona Malpensa dopo quattro notti di viaggio come trasporto eccezionale. Il DC 9 entrò in servizio nel lontano 1977 per l’Aeronautica Miliatare italiana.

Per fortuna è stata evitata la rottamazione anche del gemello storico. Con Alitalia che ha deciso di donare alla Fondazione Museo dell’Aeronautica Volandia lo storico aereo. Alitalia aveva acquistato l’aereo nel 2007 dalla Boeing che lo aveva ricevuto, a sua volta, dall’Aeronautica.

 

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA