Dell’Utri torna in libertà. L’ex senatore di Forza Italia finirà domani di scontare la condanna a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa. Ma è ancora imputato nel processo sulla trattativa

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

L’ex senatore di Forza Italia,  Marcello Dell’Utri, condannato in via definitiva nel a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa, finirà domani di scontare la sua pena e potrà lasciare la sua abitazione di Milano, dove si trova ai domiciliari per motivi di salute da luglio del 2018. Dopo un breve fuga in Libano, tentata alla vigilia della pronuncia della Cassazione che ha poi reso definitiva la condanna, Dell’Utri venne estradato in Italia ed entrò in carcere a maggio del 2014. L’ex senatorem, che ha goduto della liberazione anticipata, prevista dalla legge è tuttavia ancora imputato nel processo d’Appello, in corso a Palermo, sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia. In primo grado gli è stata inflitta una condanna a 12 anni di carcere.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I burocrati uccidono più del virus

Dobbiamo attendere gli accertamenti medici per sapere se la giovanissima Camilla Canepa è morta per il vaccino Astrazeneca o per altro, ma in ogni caso questa tragedia ha fatto emergere tutte le falle della campagna vaccinale: il Cts, l’Aifa, Figliuolo e le Regioni. Ora non

Continua »
TV E MEDIA