Documento di economia e finanza in dirittura d’arrivo. E Renzi annuncia: non ci sono tagli né l’aumento di tasse

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Il Documento di economia e finanza sarà approvato venerdì. Nella giornata di oggi è stato avviato soltanto l’esame preliminare come ha confermato il premier, Matteo Renzi, al termine del Consiglio dei ministri.  “Non ci sono tagli e non c’e’ aumento delle tasse. Da quando siamo al governo l’operazione costante è di riduzione delle tasse”, ha detto Renzi, “Abbiamo disattivato 3 miliardi di clausole che avevano previsto i governi precedenti”. Addentrandosi maggiormente nel provvedimento Matteo Renzi ha spiegato: “Nel 2015 riduciamo le tasse per 18 miliardi più i 3 di clausole che eliminiamo. Le tasse non aumenteranno, un’eventuale riduzione ci sarà nella legge di stabilità per il 2016, se saremo in condizione”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quel bivio tra il M5S e il Ponte sullo Stretto

Nei sondaggi della Ghisleri e Pagnoncelli non c’è traccia, ma in Italia non c’è partito che sta crescendo più di quello del cemento. I soldi del Recovery Plan permetteranno di aprire cantieri ovunque, e come da tradizione c’è la fila per costruire quello che capita,

Continua »
TV E MEDIA