Dopo Istanbul, Baghdad. Almeno 39 morti in diversi attentati nella capitale dove oggi è in visita Hollande

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Continua l’inizio anno di terrore. E così, dopo il tragico attentato a Istanbul, ecco quello a Baghdad. Almeno 39 persone sono rimaste uccise oggi a Baghdad dall’esplosione di un’autobomba, secondo quanto riferisce la televisione panaraba satellitare Al Jazeera.

Altri due attentati sono avvenuti sempre a Baghdad nei pressi di altrettanti ospedali, secondo il sito Iraqi News. Saad Maan, portavoce del ministero dell’Interno, ha precisato che un’autobomba è esplosa vicino all’ospedale Al Kindi, mentre un’altra è stata fatta saltare in aria nei pressi dell’ospedale Al Jawader. Maan ha aggiunto che le esplosioni vicino agli ospedali hanno provocato un numero imprecisato di vittime

Oggi, peraltro, il presidente francese Francois Hollande si trova in visita nella capitale irachena. A Baghdad incontra l’omologo iracheno Fuad Masum e il primo ministro Haider al Abadi. Nel pomeriggio è in programma una tappa nella regione autonoma del Kurdistan, dove avrà un colloquio con ufficiali del contingente francese impegnato nella campagna contro lo Stato islamico. Secondo la televisione pubblica di Baghdad, durante la visita Hollande intende “discutere un aumento del sostegno all’Iraq” contro l’Isis.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Adesso basta errori sul virus

Cantano vittoria come se avessero ottenuto chissà cosa, ma l’Italia che comincia a riaprire dal 26 aprile non è un successo delle destre. Con le solite balle a uso elettorale, Salvini & company da ieri stanno ingolfando i social per intestarsi il ritorno alla normalità

Continua »
TV E MEDIA