Abracadabra. Dopo l’articolo de La Notizia di oggi, dai docenti del corso per lobbisti scompare il nome di Renato Loiero, direttore del servizio Bilancio del Senato

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Non è passato inosservato l’articolo pubblicato questa mattina da La Notizia riguardante la presenza di Renato Loiero e Francesca Petrini – direttore del servizio del Bilancio del Senato e presidente della Commissione per la garanzia della qualità dell’informazione statistica il primo, consulente giuridico particolare del presidente della commissione Bilancio di Palazzo Madama, Giorgio Tonini (Pd), la seconda – ad un corso organizzato il 3 ottobre prossimo da Nomos, società “specializzata nell’attività di lobbying”.

LEGGI: AL CORSO PER LOBBISTI, I DOCENTI ARRIVANO DAL SENATO. IN CATTEDRA AL SEMINARIO PURE IL DIRETTORE DEL SERVIZIO BILANCIOdi G. Velardi

 

Nelle ultime ore, infatti, il nome di Loiero è letteralmente sparito dalla pagina del sito internet dell’azienda sul quale sono stati inseriti i contenuti del corso, come visibile dalle immagini che pubblichiamo di seguito (prima e dopo la rimozione). È rimasto invece il nome dell’altra docente.

PRIMA

Nomos

DOPO

Nomos

“Sono corsi che vengono organizzati da moltissime società, sul fatto che i due mondi si parlino non c’è nulla di strano”, ci era stato spiegato ieri da Nomos. Perché, quindi, rimuovere il nome di Loiero?

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA