Dopo quasi 30 anni di ritardo, ok della Camera al reato di tortura: ora una legge esiste (anche se debole). Si astengono Mdp e Cinquestelle

Dopo quasi 30 anni di ritardo, ok della Camera al reato di tortura: ora una legge esiste (anche se debole). Si astengono Mdp e Cinquestelle

L’Aula della Camera ha approvato in via definitiva il ddl che introduce il delitto di tortura nell’ordinamento italiano. I sì sono stati 198, i no 35, gli astenuti 104. Hanno votato a favore Pd e Ap, mentre molte forze si sono astenute, tra cui M5S, Sinistra italiana e Mdp.

Dopo quasi 30 anni di ritardo, ok della Camera al reato di tortura: ora una legge esiste (anche se debole). Si astengono Mdp e Cinquestelle

“Da oggi, anzi da adesso, la tortura è un crimine anche in Italia. E’ dal 1998 che lottiamo con Antigone per questo risultato. Molta amarezza per un dibattito in parte penoso e per un testo frutto di mille insopportabili compromessi. Da domani comunque noi cercheremo di fare applicare la legge nei tribunali. E lotteremo per cambiarla in meglio”. Questo il commento di Patrizio Gonnella, presidente di Antigone, su Facebook.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram