Due bambini cinesi annegano a Ortona nel giorno di Ferragosto. Ritrovato il corpo del 23enne scomparso a Jesolo dopo un tuffo dal pedalò

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Sono stati trovati morti i due bambini cinesi di 11 e 14 anni dispersi in mare, ad Ortona, in provincia di Chieti, il giorno di Ferragosto. I corpi sono stati rinvenuti su una scogliera frangiflutti, in due punti distinti, ma a pochi metri di distanza una dall’altro. I due bambini stavano facendo il bagno con il padre, quando tutti e tre sono stati visti in difficoltà a causa del mare agitato. Il padre è stato tratto in salvo, mentre dei due ragazzini si erano perse le tracce. La tragedia è avvenuta nella zona della stazione di Tollo. Le ricerche dei due bambini si sono concentrate nei pressi della scogliera artificiale nel tratto di mare antistante lo chalet .Punto Verde. I sommozzatori dei Vigili del fuoco hanno individuato prima il corpo di uno dei due, a circa tre metri di profondità, e poi quello del fratello. E’ stato ritrovato anche il corpo del giovane di 23 anni che, sempre a Ferragosto, si è tuffato in mare da un pedalò, a Jesolo, in provincia di Venezia, senza più riemergere dall’acqua. Il corpo è stato recuperato dai Vigili del fuoco stamane. La vittima è un ragazzo straniero che con alcuni amici si era portato al largo.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La politica che ama il Medioevo

Va bene che la destra è conservatrice e quella italiana addirittura preistorica, ma quando ieri le cronache parlamentari narravano della Meloni che ha scritto a Salvini per accordarsi sui candidati alle amministrative non poteva che scapparci da ridere. Ma come: stanno sempre col telefonino in

Continua »
TV E MEDIA