Due ragazze uccise dal treno a Riccione: stavano attraversando i binari quando sono state travolte

Due ragazze uccise dal treno a Riccione: le vittime stavano attraversando i binari della stazione quando sono state travolte.

Due ragazze uccise dal treno a Riccione: le vittime stavano attraversando i binari della stazione quando sono state improvvisamente travolte da un treno alta velocità.

CREATOR: gd-jpeg v1.0 (using IJG JPEG v62), quality = 80

Due ragazze uccise dal treno a Riccione: la testimonianza del gestore del bar della stazione

Nella mattinata di domenica 31 luglio, intorno alle ore 07:00, due ragazze sono state travolte e uccise da un treno Alta Velocità a Riccione. Il mezzo in transito era una Freccia no stop che stava viaggiando da Pescara verso Milano e che, al momento del drammatico incidente, stava passando dalla stazione di Riccione.

Le due ragazze, che al momento non sono ancora state identificate, sono state avvistate da numerosi testimoni mentre entravano in stazione e tentavano di attraversare i binari barcollando.

Il gestore del bar presente presso la stazione di Riccione, ad esempio, ha raccontato all’Agi: “Stavo caricando il distributore delle bibite, erano circa le 6.30, quando mi si è avvicinata una bellissima ragazza vestita di nero per chiedermi qualcosa, ma ho subito capito che non era in sé. Mi ha detto che non aveva soldi e che le avevano rubato il telefonino, poi con una sua amica vestita di verde e con gli stivali in mano, all’improvviso si sono dirette al binario 2 dove era fermo il treno per Ancona. Quando ho capito cosa volessero fare ho urlato, tutti dietro di me hanno urlato, poi ho sentito il fischio fortissimo del treno e una botta tremenda. Poi non ho capito più nulla, tutti urlavano”.

Stavano attraversando i binari quando sono state travolte

La tragedia è stata commentata dalla sindaca di Riccione, Daniela Angelini, che ha dichiarato: “Sono nei panni di quei genitori che sono in ansia poiché le figlie non sono ancora rientrate. Siamo sgomenti. È una tragedia. Sono in corso indagini, l’identità dei due corpi non è ancora stata accertata: è stato un brutto risveglio, sia come prima cittadina che come mamma”.

Sul luogo dello schianto, è stato rinvenuto un telefono cellulare danneggiato. Intanto, gli investigatori stanno raccogliendo le deposizioni di alcuni testimoni oculari e stanno esaminando i video delle telecamere di sorveglianzapresenti in stazione.

Pubblicato il - Aggiornato il alle 12:07
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram