Ecco come non pagare il Canone Rai. Tutto quello che c’è da sapere per essere esonerati. Scarica il modello dell’Agenzia delle Entrate

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I cittadini italiani non in possesso del televisore non sono tenuti a pagare il canone. Ma quali passaggi si devono effettuare? Basta andare sul sito web dell’Agenzia delle Entrate e scaricare il modello con cui si può certificare di non essere in possesso di un apparecchio televisivo in vista dell’arrivo del canone nella bolletta elettrica. Il modello è necessario per comunicare all’Agenzia delle entrate di essere titolari solo di un ‘utenza di fornitura di energia elettrica ma non di una Tv.

 

Il provvedimento per non pagare il Canone Rai è in sostanza una dichiarazione sostitutiva. Ovviamente se non veritiera comporta delle sanzioni anche penali. Con il modello presente sul sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile anche segnalare che il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata ad un altro componente della stessa famiglia, del quale deve essere indicato il codice fiscale, e va presentato dal contribuente o dall’erede tramite un’applicazione web disponibile a partire dal prossimo 4 aprile sul sito internet delle Entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate dall’Agenzia, oppure tramite gli intermediari abilitati. In alternativa la dichiarazione puo’ essere inviata per posta raccomandata, insieme a un documento di riconoscimento, all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino. Per il 2016 la dichiarazione avrà effetto per tutto il canone dovuto quest’anno se viene presentata entro il 30 aprile 2016 via posta, o entro il 10 maggio 2016 via web. La dichiarazione presentata dal 1 luglio al 31 gennaio 2017 avrà effetto per il canone dovuto per il 2017.

ECCO DOVE SCARICARE IL MODELLO