L'Editoriale

Che bello ballare con la Lega. In Rai si sta pensando di dare un programma all’ex deputata De Girolamo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Nelle piccole cose spesso ci stanno le grandi. Un concetto – direte – che non vale per le leggi della fisica, ma che diventa indiscutibile se ci affacciamo alla finestra per sentire l’aria che tira nella politica italiana. La più grande cosa che abbiamo davanti è il cambiamento avviato dal primo Governo composto da forze populiste e sovraniste, con il carico di speranze ma anche di abbondante legna messa in cascina in meno di un anno. Poi cerchiamo i dettagli, e scopriamo che in Rai si sta pensando di dare un programma all’ex deputata Nunzia De Girolamo.

Sinceramente non sappiamo quanto sia all’altezza di un tale compito, anche perché nel suo curriculum si parla dell’esperienza politica con Berlusconi, del passaggio con Alfano (e per questo fatta ministro), del ritorno ad Arcore senza essere rieletta e successivamente delle collaborazioni di lusso con il quotidiano Il Tempo e Non è l’arena di Giletti, fino a Ballando con le stelle.

Tutte cose belle, ma che in una tv pubblica di qualità c’entrano come i cavoli a merenda con le caratteristiche del conduttore di un programma. La De Girolamo – direte ancora – è in corsa per condurre Linea Verde e col governo gialloverde ora non guasta che stazioni nell’orbita della Lega, ma solo il fatto che ci sia una tale idea dimostra che al merito in questo Paese restano a crederci solo i fessi, e il cambiamento in politica può metterci un attimo a diventare un’illusione. Per questo i 5 Stelle hanno già detto no a un tale incarico. Dalla Lega, presa da grandi cose come la lotta alla cannabis, invece, nemmeno una parola.

Gli ultimi editoriali

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Gualtieri assente sulla legalità

Se non ci fosse da piangere sarebbe tutta da ridere l’ultima accusa del candidato dem al Comune di Roma, Roberto Gualtieri, contro la Raggi. Secondo l’ex ministro dell’Economia, la sindaca non è riuscita a sfrattare l’associazione di destra CasaPound dallo stabile che occupa abusivamente nel

Continua »
TV E MEDIA