L'Editoriale

Un Paese senza santi in Paradiso

pandemia Coronavirus
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Non bastassero i 316 morti solo di ieri, a certificare il fallimento delle misure prese da Draghi contro la pandemia arriva una ricerca pubblicata ieri da La Stampa, secondo cui sei italiani su dieci non ci stanno capendo più niente tra obblighi vaccinali (leggi l’articolo), bordelli televisivi, Green Pass, Super Green Pass, Super Green Pass rafforzato e tutte le madonne che ci raccontano ogni giorno.

Un risultato piuttosto meschino per il Governo dei migliori, che numeri alla mano sta facendo peggio di quello precedente, con l’aggravante di avere i vaccini che prima non c’erano, e di metterci la faccia il minimo sindacale, se non di voler proprio far sparire i dati, cancellando il bollettino quotidiano (leggi l’articolo), come propone la star dei virologi in tv, Bassetti.

D’altra parte proprio le tv, ben allineate con i grandi giornali, continuano a parlare poco del disastro generale, dalla scuola ai trasporti, dalle mascherine che dovremmo trovare a prezzo calmierato (ma non è quasi mai così) alla lotteria dei vaccini – nel Lazio raramente si può fare altro che non sia il Moderna – sino alle file interminabili nelle farmacie per fare i tamponi rapidi.

Almeno per questo era facilissimo trovare una soluzione, consentendo di rivolgersi alle parafarmacie (per fare questi test non serve essere scienziati) ma le farmacie non hanno voluto mollare l’osso (e ti credo: stanno guadagnando moltissimo!). Così le parafarmacie se la sono presa in quel posto (leggi l’articolo), come tutto sommato era prevedibile, visto che pochi hanno tanti santi in Paradiso quanto farmacisti e industriali farmaceutici.

Gli ultimi editoriali

Far fuori Draghi per Casini?

Con un passo avanti e due indietro, la trattativa per eleggere il Presidente della Repubblica continua a farsi sempre più ingarbugliata. I leader di partito

Continua »