L'Editoriale

Raggi manda Zingaretti al cassonetto

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp

Ce l’hanno tanto con le fake news ma non c’è giorno che non ne inventino una. I giornalisti del New York Times ancora ridono dopo che Beppe Grillo li ha sostanzialmente definiti degli impostori per un articolo sui vaccini. Non è vero che i Cinque Stelle sono contrari, ha strillato l’ex comico, bollando la notizia come spazzatura mentre su internet chiunque poteva vedere i video in cui si alzavano dubbi sull’opportunità di iniettare i sieri. Dalla spazzatura virtuale a quella inevitabilmente maleodorante, da giorni il sindaco di Roma assicura che l’immondizia nella Capitale non è un’emergenza. Una bufala pazzesca, fatta a pezzi da decine di foto e video messi in rete dai cittadini con una mano occupata a scattare e l’altra a turarsi il naso. La verità è che tra i ponti di aprile e la settimana corta del Primo Maggio la raccolta dei rifiuti nella città in vacanza è stata rallentata. Con un effetto a cascata che dura ancora adesso. Il servizio, strutturato a malapena per l’ordinaria amministrazione, figuriamoci se regge a situazioni anomale o quando c’è da recuperare il tempo perduto. Zingaretti l’ha fatto notare e la Raggi l’ha mandato al cassonetto. Se ne trova uno.

Gli ultimi editoriali

Segnali di saggezza da Marte

Dopo aver assistito inerme alla lapidazione quotidiana dei Cinque Stelle sul 98% dei giornali e telegiornali dello Stivale, ieri Beppe Grillo ha svelato ai suoi

Continua »