Ai ballottaggi di Roma e Torino si afferma il centrosinistra con Gualtieri e Lo Russo. A Trieste l’uscente del centrodestra Dipiazza rieletto sindaco per la quarta volta

Lo Russo Torino ballottaggi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

I due candidati del centrosinistra, Roberto Gualtieri e Stefano Lo Russo (nella foto), si affermano ai ballottaggi di Roma e Torino. A Trieste la spunta il sindaco uscente di centrodestra Roberto Dipiazza, rieletto sindaco per la quarta volta. Sono questi i principali risultati del turno di ballottaggio nei 63 comuni chiamati al voto per rinnovare i sindaci (leggi l’articolo). Affluenza definitiva in netto calo rispetto al primo turno, ha votato meno di un elettorale su due, pari al 43,94 per cento.

(QUI PER SEGUIRE LO SPOGLIO IN DIRETTA).

A Torino (qui i dati definitivi) Stefano Lo Russo ha raccolto il 59,23% dei voti contro il 40,77% di Paolo Damilano. “Un grazie speciale a Valentino Castellani, Sergio Chiamparino e Piero Fassino. Vi prenderò a modello, pur nelle diversità e nelle specificità. Siete persone per bene, competenti e capaci. A nome dei torinesi vi ringrazio, spero di essere all’altezza” ha commentato Lo Russo. “Il risultato è entusiasmante – ha aggiunto il neo sindaco di Torino -, va oltre le aspettative, e ci responsabilizza. Ringrazio Damilano per il rispetto dell’avversario in questa campagna, sarò il sindaco di tutti, anche di chi non ha votato”.

“Il vicesindaco sarà una donna. E sarà femminile anche la maggioranza degli assessori della giunta che annuncerò il 25 ottobre” ha aggiunto Lo Russo. “Assessori e assessore dovranno avere competenza specifica e che hanno voglia di lavorare – ha detto ancora il sindaco di Torino – e mi assumo la piena responsabilità di chi sceglierò. Ho sentito sia Paolo Damilano, che Chiara Appendino e ci vedremo a giorni, ma prima stasera si festeggia un po'”.

A Roma Gualtieri, quando lo scrutinio ha raggiunto 2.570 su 2.603 sezioni (qui lo spoglio), si attesta al 60,13% sullo sfidante del centrodestra, Enrico Michetti (39,87%). “Grazie per questo risultato, non era scontato, ci metterò tutto il mio impegno” ha detto Gualtieri. “E’ stata una bellissima campagna elettorale – ha aggiunto l’esponente dem – ringrazio tutti i romani, chi mi ha votato e chi no, con tutto l’impegno farò il sindaco delle romane e dei romani”.

“Adesso è il tempo di realizzare il grande passo per lo sviluppo – ha aggiunto Gualtieri -, l’innovazione, per un rilancio della città, per aprire una grande stagione di rilancio, la città ha tutte le risorse. Noi lavoreremo sempre con le persone, per le persone, per costruire una bella politica partecipata”.

A Trieste il sindaco uscente Roberto Dipiazza (centrodestra) la spunta con il 51,29% su Francesco Russo (centrosinistra) al 48,71%. Dipiazza diventa così sindaco per la quarta volta. “Ringrazio tutti i cittadini di Trieste con tanto affetto per questa nuova meravigliosa emozione. Ho già ricevuto le congratulazioni di Francesco Russo” ha detto il neo sindaco.

Affluenza definitiva in netto calo rispetto al primo turno: è stata pari al 43,94 per cento.

Alla chiusura dei seggi l’affluenza definitiva nei 63 comuni andati al voto, secondo i dati resi noti dal Viminale (qui il focus), è stata pari al 43,94 per cento. Al primo turno era stata del 52,67 per cento. A Roma ha votato il 40,68% degli aventi diritto, a Torino il 42,13% a Trieste il 42%.

Leggi anche: Il centrosinistra conquista 13 capoluoghi. Quattro quelli che saranno governati dal centrodestra.