Eolico in Francia e Germania. Erg si espande in Europa. Colpo da 300 milioni per il gruppo dei Garrone. Enel si era appena ritirata dal Portogallo

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di Carola Olmi

Non c’è solo l’Italia terra di shopping per i giganti finanziari e industriali esteri. Di tanto in tanto anche i nostri gruppi piazzano qualche colpo all’estero. Persino in settori strategici come quello dell’energia più pulita. Neanche pochi giorni dopo la completa ritirata di Enel Green Power dal Portogallo ecco che uno dei maggiori player privati del settore si allarga in Francia e Germania. A fare il colpo è Erg Renew, che ieri ha sottoscritto un accordo per l’acquisizione da un fondo gestito da Impax Asset Management Group di 11 parchi eolici in Francia, con una capacità installata di 124 MW, e di altri 6 parchi in Germania, con una capacità installata di 82 MW, per complessivi 206 MW.

FORTE IMPEGNO
Il valore dell’acquisizione è di circa 297 milioni di euro in termini di enterprise value, pari ad un multiplo di circa 1,4 milioni di Euro per MW. I parchi sono già interamente finanziati tramite project financing limited recourse. Nel 2016 il margine operativo lordo (cioé la redditività della sola gestione caratteristica) sarà di circa 30 milioni. Il closing è previsto entro la fine dell’anno e il corrispettivo complessivo per l’equity, da riconoscere in tale data, è di 128 milioni. ERG Renew, che fa capo alla famiglia Garrone, è il primo operatore nell’eolico in Italia e tra i principali in Europa con 1.446 MW installati. Quotata a Milano, è leader nella produzione e commercializzazione di energia termoelettrica e vapore.