L’ex presidente del Cnel Marzano condannato dalla Corte dei Conti per i rimborsi delle missioni

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Quando si dice che i privilegi diventano irrinunciabili. Cambiata la legge, l’ex presidente del Cnel, Antonio Marzano (nella foto) avrebbe chiesto ben tre pareri sulla legittimità dei rimborsi per le attività di missione sue e dei consiglieri e, nonostante fossero tutti contrari, ha continuato a percepire e a far elargire quelle somme. Un sistema su cui ha indagato la magistratura contabile e che ha portato ora la Corte dei Conti del Lazio a condannare Marzano a risarcire oltre 15mila euro al Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro. Nel corso delle indagini dieci consiglieri hanno restituito i rimborsi loro contestati e altri sette sono stati assolti. La responsabilità dell’accaduto è stata ritenuta tutta dell’ex ministro Marzano. Piccole somme, ma per i giudici simbolo “dei privilegi e dello spreco”.