Fabrizio Corona e i soldi in nero nascosti. “Erano delle serate con Belen, con lei eravamo come Bonny & Clyde”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Fabrizio Corona e Belen Rodriguez come Bonny & Clyde. L’ex paparazzo ha usato una metafora abbastanza significativa vista la situazione in cui si trova: deve rispondere dei soldi in nero ritrovati murati in una soffitta. Una risposta è arrivata: “Vengono tutti da serate, campagne e lavoro e li ho fatti tra il 2008 e il 2012” e soprattutto “nel 2009, quando con Belen Rodriguez siamo diventati una coppia mediatica eccezionale, come Bonnie e Clyde eravamo, tutto quello che toccavamo diventava oro, guadagnavamo cifre folli”.

Corona, al pm Alessandra Dolci, ha spiegato: “In quel periodo facevo una vita molto sregolata e prendevo sostanze di tutti i tipi. Nella prospettiva di andare in carcere ho preso i soldi dalla cassetta di sicurezza e li ho messi a casa della Persi (la sua collaboratrice imputata nello stesso processo), che sembra ingenua e gracile ma è una persona di fiducia e in gamba”. La versione ha fornito pure dettagli specifici: “Li ha murati lei da sola i sacchi con il denaro, senza aprirli e senza sapere il contenuto totale. Lei ha visto solo dei pacchi incelofanati”. Ma per quale motivo Corona si è fidato così tanto di una collaboratrice? “La Persi la conosco da vent’anni e ha un amore folle nei miei confronti”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

I burocrati uccidono più del virus

Dobbiamo attendere gli accertamenti medici per sapere se la giovanissima Camilla Canepa è morta per il vaccino Astrazeneca o per altro, ma in ogni caso questa tragedia ha fatto emergere tutte le falle della campagna vaccinale: il Cts, l’Aifa, Figliuolo e le Regioni. Ora non

Continua »
TV E MEDIA