Ferrovie Nord Milano, il presidente indagato per peculato e truffa. Spese pazze con i fondi della società. Dalla pay tv ai capi d’abbigliamento

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Danno erariale per 600 mila euro. Con questo sospetto il giudice ha fermato il presidente delle FerrovieNord Milano (azienda pubblico-privata), Norberto Achille che, fino al prossimo 18 novembre, non potrà fare l`amministratore, il sindaco, il liquidatore, il direttore generale o il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari. Lo stabilisce un`ordinanza del Gip di Milano eseguita nella serata di ieri. Achille è indagato per i reati di peculato e truffa aggravata ai danni dell`ente pubblico. Nel mirino degli inquirenti sono appunto finite le spese effettuate da Achille nel periodo 2008-2014 e, in particolare, l`acquisto con i fondi della società di beni di natura personale come un abbonamento alla pay tv, capi d`abbigliamento, pasti non di lavoro, scommesse sportive e materiale elettronico per circa 110mila euro. Il presidente di FerrovieNord Milano era finito al centro di un’inchiesta del Fatto Quotidiano.