Fiat a stelle e strisce. Da oggi Chrysler parla italiano (o viceversa?)

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

dalla Redazione

La Fiat a stelle e strisce prende quota. E’ stato infatti definitivamente firmato l’accordo con il fondo Veba del sindacato americano Uaw che sancisce il passaggio del 41,46% di Chrysler alla Fiat.  Per l’operazione sono stati complessivamente pagati 3,6 miliardi di dollari: 1,7 da Fiat e 1,9 da Chrysler, in entrambi i casi attraverso l’utilizzo della liquidità disponibile.  Attraverso la società interamente controllata Fiat North America (Fna) “ha completato oggi l’annunciata acquisizione dell’intera partecipazione detenuta dal Veba Trust1 in  Chrysler Group, societ che è ora interamente controllata da Fiat”. Il corrispettivo per l’acquisizione suddiviso in un’erogazione  straordinaria pari a 1.900 milioni di dollari corrisposta da Chrysler  Group ai propri soci il 21 gennaio 2014 (la quota dell’erogazione  straordinaria spettante a Fna è stata versata da Fna al Veba Trust e  costituisce parte del prezzo di acquisto); e il pagamento da parte di  Fna al Veba Trust di un importo pari a 1.750 milioni di dollari.

 

 

 

 

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La solita Lega di Lotta e di Governo

Con la maggioranza gialloverde aveva fatto incassare bene al botteghino elettorale. Quindi niente di strano se torniamo a vedere il film della Lega di lotta e di governo. Il copione è sempre lo stesso. Salvini promette cose impossibili, illudendo un’Italia stremata dalle misure anti-Covid che

Continua »
TV E MEDIA