A dicembre 14,5 milioni di somministrazioni. Figliuolo fissa a 15 milioni il target per gennaio. Ma 6,4 milioni di over 50 sono ancora senza la terza dose

FRANCESCO PAOLO FIGLIUOLO
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

A dicembre, fa sapere il Commissario per l’emergenza Covid-19 Francesco Paolo Figliuolo, a proposito dell’andamento della campagna vaccinale in Italia, “il numero di somministrazioni effettuate è stato di 14,5 milioni”.

“Per il mese di gennaio 2022 – aggiunge ancora Figliuolo -, alla luce dei risultati positivi fatti registrare dalle Regioni/Province autonome nel periodo delle festività natalizie e di fine anno, con punte di quasi 650 mila somministrazioni giornaliere, si potranno raggiungere i 15 milioni di somministrazioni”.

“Il fabbisogno di vaccini per il mese di gennaio verrà assicurato dalle dosi di Pfizer e Moderna – afferma ancora nella nota il generale Figliuolo – nella disponibilità della Struttura Commissariale. Nel complesso, i quantitativi sono in grado di esprimere una potenzialità di 26 milioni di somministrazioni”.

Ma, nonostante le rassicurazione del generale Figliuolo, i numeri raccontano anche che il 2021 si è chiuso con circa 6,4 milioni di over 50 che, pur avendo fatto le due dosi e rimanendo tra le categorie più a rischio, sono ancora in attesa del booster, nonostante potrebbero ricevere la terza dose essendo trascorsi più di 5 mesi dal completamento del primo ciclo vaccinale.

Secondo l’ultimo report del Governo (qui il focus) sono 111.570.154 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate in Italia, il 97,8% del totale di quelle consegnate pari finora a 114.100.518 (nel dettaglio 78.358.182 Pfizer/BioNtech, 20.804.441 Moderna, 11.544.666 Vaxzevria-AstraZeneca, 1.845.229 Janssen e 1.548.000 Pfizer pediatrico). Sono 19.906.208 le dosi addizionali/richiamo (booster) somministrate al 64,21% della popolazione che ha ultimato il ciclo vaccinale da almeno cinque mesi.

Leggi anche: Al lavoro tutti con il Super Green Pass. Il Governo accelera la stretta. Costa: “Può convincere una parte dei 5 milioni di non vaccinati”.