A dicembre 14,5 milioni di somministrazioni. Figliuolo fissa a 15 milioni il target per gennaio. Ma 6,4 milioni di over 50 sono ancora senza la terza dose

Le dosi a disposizione della struttura guidata da Figliuolo sono in grado di esprimere una potenzialità di 26 milioni di somministrazioni.

A dicembre, fa sapere il Commissario per l’emergenza Covid-19 Francesco Paolo Figliuolo, a proposito dell’andamento della campagna vaccinale in Italia, “il numero di somministrazioni effettuate è stato di 14,5 milioni”.

VISITA DEL COMMISSARIO FIGLIUOLO ALL' HUB VACCINALE DEL SERMIG

“Per il mese di gennaio 2022 – aggiunge ancora Figliuolo -, alla luce dei risultati positivi fatti registrare dalle Regioni/Province autonome nel periodo delle festività natalizie e di fine anno, con punte di quasi 650 mila somministrazioni giornaliere, si potranno raggiungere i 15 milioni di somministrazioni”.

“Il fabbisogno di vaccini per il mese di gennaio verrà assicurato dalle dosi di Pfizer e Moderna – afferma ancora nella nota il generale Figliuolo – nella disponibilità della Struttura Commissariale. Nel complesso, i quantitativi sono in grado di esprimere una potenzialità di 26 milioni di somministrazioni”.

Ma, nonostante le rassicurazione del generale Figliuolo, i numeri raccontano anche che il 2021 si è chiuso con circa 6,4 milioni di over 50 che, pur avendo fatto le due dosi e rimanendo tra le categorie più a rischio, sono ancora in attesa del booster, nonostante potrebbero ricevere la terza dose essendo trascorsi più di 5 mesi dal completamento del primo ciclo vaccinale.

Secondo l’ultimo report del Governo (qui il focus) sono 111.570.154 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate in Italia, il 97,8% del totale di quelle consegnate pari finora a 114.100.518 (nel dettaglio 78.358.182 Pfizer/BioNtech, 20.804.441 Moderna, 11.544.666 Vaxzevria-AstraZeneca, 1.845.229 Janssen e 1.548.000 Pfizer pediatrico). Sono 19.906.208 le dosi addizionali/richiamo (booster) somministrate al 64,21% della popolazione che ha ultimato il ciclo vaccinale da almeno cinque mesi.

Leggi anche: Al lavoro tutti con il Super Green Pass. Il Governo accelera la stretta. Costa: “Può convincere una parte dei 5 milioni di non vaccinati”.

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram