Fiorello, condizioni sempre critiche

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Fiorello non sta affatto bene. C’è poco da sherzare sulle sue condizioni. Sono critiche stando al nuovo bollettino emesso dal Policlinico Gemelli. «Sono stazionarie le condizioni cliniche di Rosario Fiorello ricoverato per trauma cranico con commozione cerebrale e amnesia dei fatti derivati dal trauma, che ha causato un’importante ferita lacero contusa frontale e trauma della spalla destra. Si segnala un modesto quadro di edema cerebrale con cefalea e sintomi di nausea e di vomito aggravati dall’assunzione della posizione eretta. Il paziente, quindi, necessita di 15 giorni di riposo a letto prima di ricominciare a mobilizzarsi».

Fiorellino al capezzale del fratello
«Rosario sta male, sta molto male. Non si rende conto neanche del suo stato d’animo, perché lo stato confusionale e il dolore sono molto importanti e non gli permettono neppure di valutare certe emozioni. Chiede continuamente e costantemente del signor Mario (la persona investita), vuole sapere come sta e spera che stia bene, forse meglio di come sta lui stesso». Così Beppe Fiorello parlando delle condizioni del fratello Rosario, ricoverato al policlinico Gemelli.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA