Fiorello trasforma l’arresto di Matteo Messina Denaro in satira contro il Pd

L’arresto di Matteo Messina Denaro diventa satira contro il Pd a Viva Rai 2: lo sketch di Fiorello colpisce al cuore le primarie dem.

Anche a Viva Rai 2, l’argomento principe affrontato da Fiorello è stato l’arresto di Matteo Messina Denaro condotto ieri a Palermo dalle forze dell’ordine. L’evento di importanza storica è stato ripreso dallo showman non solo per ringraziare le autorità ma anche per ironizzare ancora una volta sulla travagliata situazione vissuta dal Pd.

Fiorello trasforma l’arresto di Matteo Messina Denaro in satira contro il Pd

L’ultimo padrino è finito in manette

“Non è successo niente ieri”, ha ironicamente esordito Fiorello in apertura dell’ultima puntata di Viva Rai 2. E, subito, Fabrizio Biggio gli ha fatto eco con incredulità. “Come non è successo niente?”, ha domandato.

“Non è successo niente”, ha ribadito lo showman. E ha aggiunto: “Ho visto La Verità. Guardate La Verità. C’è scritto Rubli alla Lega. Era tutta fuffa. È successo questo – e, scoppiando in una fragorosa risata, ha osservato con sarcasmo –. Ma no! Com’è possibile che è l’unico giornale a non parlare di… Perché c’è una buona notizia, invece”.

Mostrando la prima pagina de Il Corriere della Sera sulla quale campeggia il titolo Catturato il padrino delle stragi, allora, Fiorello ha detto: “Non c’è altro sui giornali. Ieri abbiamo cercato notizie da commentare ma non ne abbiamo trovate perché la notizia oggi è una e una sola. Consentitemi da italiano e da siciliano di fare un applauso alle forze dell’ordine”.

A questo punto, il conduttore si è scagliato contro complottisti e scettici, tuonando: “E a quelli che dicono: ‘Eh sì, però era lì da trent’anni’. Andateci voi a prenderli se era così facile come pensate. Andateci voi. Evviva le forze dell’ordine ed evviva i siciliani onesti che ieri applaudivano le forze dell’ordine. E sapete a chi dedico questa cosa? A mio padre che era un umile servitore dello Stato”.

La puntata è stata dedicata da Fiorello anche a tutte le vittime della mafia.

Fiorello trasforma l’arresto di Matteo Messina Denaro in satira contro il Pd

L’ironia di Fiorello, poi, si è concentrata sul costoso orologio sfoggiato dal boss mafioso al momento dell’arresto. “Però ci sono delle cose che la gente non sa. Avete visto che quando lo hanno preso Matteo aveva un orologio da 35 mila euro”, ha detto. “E quando gli hanno chiesto come si chiama, ha risposto: ‘Matteo Messina Molto Denaro’. Ma ce ne sono… ne vedremo ancora. Ci sono dettagli che verranno fuori”.

Poco dopo, lo showman ha chiesto di inquadrare la vignetta realizzata da Spadoni che mostrava una sua caricatura mentre annuncia: “Arrestato il latitante Matteo Messina Denaro. Scoperto il suo nascondiglio: conduceva Boss in incognito”.

L’arresto di Messina Denaro, infine, ha fornito a Fiorello un nuovo spunto per esprimere sarcasmo verso il Pd. “Era l’ultimo padrino”, ha esordito. “Ora la mafia deve fare le primarie e quindi purtroppo il Pd dovrà rimandare di una settimana ancora le sue primarie perché si devono fare prima quelle della mafia”, ha concluso.

Pubblicato il - Aggiornato il alle 11:01
Seguici su Facebook, Instagram e Telegram