Fondi russi alla Lega, Di Maio scherza: “Meglio Putin che i petrolieri”. La posizione dei Cinque Stelle: “Il Movimento fa l’interesse degli italiani, non di altri Paesi”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Cosa ne penso di questa storia? Ma va, sto lavorando, sicuramente meglio Putin che i petrolieri…”. E’ quanto ha detto all’Ansa il vicepremier Luigi Di Maio, rispondendo a una domanda sulle rivelazioni del sito americano Buzzfeed in merito a possibili finanziamenti russi destinati alla Lega. “Scherzi a parte – ha poi aggiunto il leader pentastellato -, il M5S pensa agli italiani e a me interessa questo. Stop. La nostra posizione ufficiale è pubblica sulla pagina M5S”.

“In queste ore – si legge in un post pubblicato sulla pagina del Movimento – leggiamo di presunti finanziamenti provenienti dalla Russia e indirizzati alla Lega. Leggiamo di possibili querele e tutti ci chiamano per sapere la nostra posizione. La nostra posizione è semplice e l’abbiamo sempre ribadita: al MoVimento 5 Stelle non gliene frega nulla dei petrolieri e men che meno degli speculatori. Sono mondi che proprio non ci appartengono e ne siamo orgogliosi. Avere le mani libere significa questo: non rispondere a nessuno di questi colossi, così come non ci facciamo piegare dai Benetton sulla tragedia del Ponte Morandi”.

“Il MoVimento 5 Stelle – prosegue il post – risponde solo ai cittadini, dipende da loro. Punto! Quindi queste storie non ci sfioreranno mai e non devono, ovviamente, nemmeno sfiorare il governo! Sia chiara una cosa: l’Italia è un Paese autonomo e chi si candida a rappresentarla deve fare l’interesse dell’Italia, non di altri Paesi. Che questi si trovino a Est od Ovest fa poca differenza. Che vendano Vodka o Coca Cola non importa.  Noi siamo liberi e lo resteremo. Noi spieghiamo sempre nel dettaglio ogni cosa, inoltre, e ci aspettiamo che tutte le forze politiche facciano lo stesso. Si chiama trasparenza ed è il minimo sindacale!”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA