Forza Nuova si scioglie. Il movimento di estrema destra si allea con no mask e gilet arancioni per dare vita a “Italia Libera”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Italia Libera. Questo il nome scelto dall’estrema destra per cercare di diventare più potente, fondendosi con no mask e gilet arancioni. E a tal fine è stata sciolta Forza Nuova, come annunciato dal suo presidente Roberto Fiore (nella foto). “Abbiamo un programma di 8 punti iniziato nel ‘97 che finirà chissà quando – ha dichiarato Fiore – ora però entriamo a far parte di un’unica grande squadra”. Il presidente ha poi aggiunto che Forza nuova è il movimento della rivoluzione e che oggi lascia spazio alla più grande e variegata Italia Libera, perché capisce che da sola “non può vincere l’ostacolo della dittatura sanitaria”. Un annuncio fatto dopo la costituzione del “governo di Liberazione Nazionale”, con l’avvocato Carlo Taormina “ministro della Giustizia” e Fiore “agli Esteri”.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

La stampa e la sindaca deficiente

Le confidenze di Urbano Cairo ad alcuni tifosi del suo Torino hanno svelato cosa pensa questo editore (Corriere della Sera, La7 e altro ancora) della sindaca M5S Chiara Appendino, definita con fallo da Var, espulsione e retrocessione “deficiente”. Ma non c’è bisogno di videocamere nascoste o

Continua »
TV E MEDIA