Fuggi fuggi da Forza Italia. Gli ex azzurri tutti pazzi per Verdini. Altri otto parlamentari danno l’addio al Cav

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Forza Italia continua a perdere pezzi. Altri tre deputati azzurri hanno deciso oggi di abbandonare il partito. Gli ultimi addii portano il nome di Saverio Romano, Peppe Ruvolo, Ignazio Abrignani, Luca d’Alessandro, Monica Faenzi, Giovanni Mottola, Massimo Parisi e Pino Galati. Che fanno 10 se sommati al doppio ben servito annunciato lunedì scorso da Francesco Amoruso e Domenico Auricchio. “Forza Italia ha ormai esaurito la sua spinta riformatrice e la sua vocazione popolare e liberale”, scrivono nella nota dedicata ai saluti i tre parlamentari, “La linea politica già intrapresa dal vertice di Forza Italia mira a rincorrere i populismi di varia natura, in una prospettiva di sostanziale subalternità a Salvini. In tale ottica diviene importante offrire il proprio contributo per una politica di centro, che abbia come riferimenti la società e le sue sfide da una parte e il rafforzamento delle istituzioni dall’altra, perché il Paese ha bisogno di uno slancio che coinvolga le sue energie migliori”. Ma dove migreranno i transfughi? Si impegneranno in Alleanza liberalpopolare-Autonomie. Come anche Amoroso e Auricchio. Insomma gli ex forzisti sono tutti pazzi per la nuova formazione di Denis Verdini. In casa azzurra è invece arrivata Nunzia De Girolamo dal Nuovo Centrodestra. Ma a differenza del calcio mercato quello della politica italiana resta sempre aperto.

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Lega & soci altamente inquinanti

Mentre in Germania per la prima volta i Verdi superano nei sondaggi i conservatori della Merkel, in Italia una destra rimasta all’uomo di Neanderthal fa disperatamente opposizione per non inserire la difesa dell’ambiente nella Costituzione. La proposta sostenuta fortemente dai 5 Stelle è stata sotterrata

Continua »
TV E MEDIA