Fotoricatti a Mediaset, Emilio Fede finisce alla sbarra. Avrebbe ricattato i vertici dell’azienda dopo essere stato licenziato dal Tg4

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Rinvio a giudizio per Emilio Fede per la vicenda con al centro alcuni fotomontaggi ‘hot’ e presunti ricatti ai vertici di Mediaset. I fatti si riferiscono al periodo succesivo al licenziamento dal Tg4. L’udienza è stata fissata per il prossimo 2 febbraio davanti alla sesta sezione penale. Il giudice ha anche condannato a 3 anni e 10 mesi Gaetano Ferri, ex personal trainer del giornalista, che aveva scelto il rito abbreviato. Altre due persone hanno patteggiato. L’ex direttore è accusato di aver dato mandato a Ferri e a Maria Madeo e Michela Faioni (che hanno patteggiato oggi 2 anni e 4 mesi), di assemblare dei fotomontaggi falsi e compromettenti che ritraevano il direttore dell’informazione di Mediaset, Mauro Crippa. A Fede contestati anche sms minatori.