La grande frana in Colombia. Dopo giorni di pioggia cede il terreno a Mocoa: case sepolte, almeno 250 morti

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Una grande frana ha fatto strage a Mocoa, in Colombia, nella provincia di Putumayo Il bilancio è quello di almeno 250 morti, ma la conta potrebbe aggiornarsi nelle prossime ore, visto che ci sono oltre 400 feriti. L’area è stata colpita dall’esondazione di tre fiumi gonfiati dalle piogge torrenziali cadute per ore in maniera incessante. Il fango, mescolato alle pietre, ha abbattuto decine di casa e spesso sommergendole. Secondo le testimonianze di alcuni sopravvissuti, gli edifici hanno oscillato alla furia dell’acqua e del fango stesso. La località colpita dal disastro si trova a circa 500 chilometri a sud della capitale Bogotà, ma non ha collegamenti per via terrestre: i soccorsi possono raggiungere le aree devastate dalla frana solo con mezzi aerei. Il lavoro di ricerca delle persone è quindi molto difficile.

Il presidente colombiano, Juan Manuel Santos, ha annunciato di voler “organizzare un piano d’azione di intesa con tutte le istituzioni per avviare il processo di aiuti umanitari, ma anche per celebrare i funerali e ripristinare i servizi sospesi. Il mio cuore e quello di tutti i colombiani, è con le vittime”. Il governatore di Putamayo, Sorrel Aroca, ha definito la situazione una “tragedia senza precedenti”. Stando a quanto ha riferito ci sono “centinaia di famiglie non ancora trovate e interi quartieri sono cancellati”.

Il video della frana a Mocoa in Colombia

https://www.youtube.com/watch?v=qoTWDTO5ZVo

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Per la sinistra dei Tafazzi non c’è cura

Inutile nascondersi dietro alibi o rimpianti: il vaccino per il Covid l’hanno trovato ma per l’autolesionismo della Sinistra non c’è cura. A destra, dove Salvini e Meloni non si parlano e Forza Italia ormai ha poco da dire, come al solito si presenteranno con candidati

Continua »
TV E MEDIA