Franceschini seppellisce Salvini: “Il decreto potrebbe almeno farselo spiegare”

franceschini salvini
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

“Anche se non ha fatto votare il decreto dai suoi ministri, Salvini potrebbe almeno farselo spiegare”. Così Dario Franceschini risponde al tweet di Matteo Salvini in cui il segretario della Lega diceva che la stagione dell’Arena di Verona era a rischio con il nuovo Dl Riaperture in vigore dal 26 aprile.

Franceschini seppellisce Salvini: “Il decreto potrebbe almeno farselo spiegare

“Folle mettere a rischio la stagione estiva dell’Arena di #Verona, impossibile da pianificare con il coprifuoco alle 22 fino a luglio e un limite a 1.000 per gli spettatori come previsto dal decreto di ieri (che anche per questo la Lega non ha votato)”, ha scritto Salvini su Twitter. La risposta del ministro della Cultura: “Se si facesse spiegare il decreto Salvini scoprirebbe che una norma prevede, come lo scorso anno, la possibilità di derogare al limite massimo di 1000 spettatori all’aperto, con decisione della conferenza delle regioni. Quindi, come lo scorso anno, l’Arena potrà avere la deroga su iniziativa della Regione Veneto”.

In effetti il terzo comma dell’articolo 6 del decreto Riaperture recita: “Per gli eventi e le competizioni all’aperto di cui al comma 2, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica e alle caratteristiche dei siti e degli eventi all’aperto, può essere stabilito un diverso numero massimo di spettatori, nel rispetto dei principi fissati dal Comitato tecnico-scientifico, sulla base di linee guida idonee a prevenire o ridurre il rischio di contagio, adottate dalla Conferenza delle Regioni o delle Province autonome per gli spettacoli all’aperto di cui al comma 1 o dall’autorità delegata in materia di sport, che, in relazione a specifici eventi o competizioni di cui al comma 2, può anche stabilire, di concerto con il Ministro della salute, una data diversa da quella di cui al medesimo comma 2. Le linee guida di cui al primo periodo possono prevedere, con riferimento a particolari eventi, che l’accesso sia riservato soltanto ai soggetti in possesso del certificato verde di cui all’articolo 10”.

franceschini salvini 1

 

Leggi anche: 22 aprile, il bollettino sul coronavirus di oggi in Italia: 16.232 morti, 360 morti, 19.125 guariti

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Quell’asse Draghi-Renzi sui Servizi

A volte guarda che strane le coincidenze! Il direttore del Dis (il coordinamento dei Servizi segreti) Gennaro Vecchione informa il Copasir, cioè il Parlamento, che lo 007 Marco Mancini ha incontrato Matteo Renzi nell’autogrill di Fiano Romano senza informare i superiori, e 48 ore dopo

Continua »
TV E MEDIA