Fratelli coltelli in Molise. Le elezioni di un paesino diventano una partita tutta in famiglia: il sindaco uscente sfidato dal fratello

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Un paesino così piccolo tanto che alle prossime elezioni per il sindaco si sfideranno due fratelli. Siamo in Molise a Molise, piccolissimo paesino di circa 160 abitanti dell’omonima Regione dove la sfida per eleggere il primo cittadino si è già trasformata in una partita di famiglia. Perché oltre ai due fratelli che si sfidano per la fascia tricolore nelle liste compaiono anche figli, cognati e altri parenti. La maggioranza uscente si è spaccata in tre tronconi. E così sindaco, vicesindaco e assessore hanno messo in piedi tre distinte formazioni. Il sindaco uscente si chiama Domenico Cirelli ed è stato sfidato dalla lista del vicesindaco uscente dove però a essere candidato come primo cittadino c’è proprio il fratello di Domenico, Giuseppe Cirelli. La terza lista vede sempre un Cirelli a candidato sindaco: Mario Cirelli, assessore uscente. Intervistato dall’Ansa il sindaco uscente ha spiegato così quanto accaduto nel piccolo paesino molisano: “Il paese è piccolo è qui siamo un po’ tutti parenti. E’ successo che, per divergenze di opinioni, così come accade del resto in tutte le famiglie, ci siamo divisi, purtroppo non si va sempre d’accordo”. Insomma tre liste per poco più di 150 abitanti. E pensare che è andata pure bene visto che nelle ultime elezioni le liste che si presentarono alla corsa furono addirittura cinque. Anche se tre composte dai soliti militari che più che andare a caccia di voti andavano a caccia di giorni di licenza.-