Giallo argentino. Trovato morto il procuratore che indagava su Cristina Kirchner. Aveva chiesto anche la testimonianza di altri politici

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Giallo in argentina. Sospetti sulla morte del procuratore Alberto Nisman, che la scorsa settimana aveva accusato la presidente argentina, Cristina Fernandez de Kirchner. Nisman è stato trovato morto nella sua casa di Buenos Aires. Stava indagando sull’attentato contro lamutua ebraica (Amia) di Buenos Aires nel 1994, in cui persero la vita 85 persone e altre centinaia rimasero feriti, si sarebbe dovuto presentare oggi davanti al Parlamento per esporre i dettagli della denuncia di occultamento presentata contro la Kirchner. Il procuratore, inoltre, aveva anche chiesto che la presidente fosse chiamata a testimoniare davanti alla giustizia, così come il ministro degli Esteri, Hector Timerman, ed altri politici.