Giorgia Meloni risponde al papà single Luca Trapanese ed accetta l’invito. Salvini promette zero litigi con la leader di Fdi al Governo

Giorgia Meloni risponde al papà single e gay Luca Trapanese che aveva scritto una lettera proprio alla leader di Fratelli d'Italia.

Giorgia Meloni risponde al papà single e gay Luca Trapanese rimanendo convinta di alcune sue posizioni. Intanto, Matteo Salvini ha promesso che con la Meloni al Governo non ci sarebbe nessun litigi e divisioni tra i due.

Giorgia Meloni risponde al papà single Luca Trapanese ed accetta l’invito. Salvini promette zero litigi con la leader di Fdi al Governo

Giorgia Meloni risponde al papà single Luca Trapanese ed accetta l’invito

«Ciao Luca. Ti rispondo volentieri perché, al netto della differente appartenenza politica, ammiro la tua storia e tifo per te ed Alba». Si apre così la lettera con cui Giorgia Meloni ha risposto a Luca Trapanese, papà single e gay, che aveva scritto una lettera proprio alla Meloni.

La leader di Fratelli d’Italia rimane sulle sue idee: «Per un bambino essere cresciuto e amato da un papà e una mamma è meglio che esserlo da uno solo dei due». «D’altra parte, ti direi le stesse cose che sostengo in pubblico – si legge nel messaggio di Meloni –. Chi ha il compito di scrivere le leggi commetterebbe un errore se non considerasse alcuni princìpi. La norma non è mai dettata per singoli individui, ma per un numero indeterminato di persone che si trovano in una stessa situazione. Lo dico per prevenire una tua possibile obiezione: “Quante coppie etero sarebbero genitori peggiori di una coppia omosessuale o un single?”».

«Non saprei darti un numero, ma ce ne sarebbero e ce ne sono. Ciò non toglie che per un bambino essere cresciuto e amato da un papà e una mamma è meglio che esserlo da uno solo dei 2. Non conosco nessuno che rinuncerebbe a uno dei propri genitori. Io non ho avuto la possibilità di scegliere e ho dovuto farci i conti per tutta la vita – prosegue il post su Facebook –. La norma deve anzitutto porsi dalla parte del soggetto più fragile, difenderlo e garantirgli condizioni di vita migliori possibili. Detto ciò, è chiaro che un single o una coppia omosessuale sarebbero meglio di una casa-famiglia. Ed è giusto che la legge consenta a te e Alba di essere famiglia. Poiché si pone sempre dalla parte del soggetto più fragile. E quindi ammette che in situazioni particolari come la vostra vi possa essere un’adozione a tutti gli effetti».

«Ma la realtà è ancor più complessa – è la conclusione –: in Italia ci sono tantissime coppie che tentano disperatamente di adottare un bimbo attraversando un’infernale trafila burocratica e sono molte di più dei bambini dichiarati adottabili. Per questo serve fare tanto: potenziare servizi di protezione dell’infanzia, tagliare burocrazia, velocizzare adozioni nazionali e internazionali, sostenere economicamente le coppie che decidono di fare questo straordinario gesto d’amore. Temi sui quali sono convinta saresti d’accordo con me. Ma ne riparliamo a cena… Vi abbraccio forte».

Salvini promette zero litigi con la leader di Fdi al Governo

Litigi tra Matteo Salvini e Giorgia Meloni? “No, assolutamente, abbiamo 5 anni impegnativi. Poi abbiamo origini e culture diverse ma è un impegno, non vedo l’ora arrivi il 25 settembre in cui per 5 anni saremo giudicati dal nostro lavoro”. Lo ha detto Salvini a radio Capital che sull’ipotesi di Marta Fascina al governo aggiunge: “Non lo so. Berlusconi è stato, è e sarà un grande protagonista della politica, dell’impresa, della cultura dello sport. Poi Forza Italia deciderà chi farà cosa, non penso abbiano il problema di scegliere persone all’altezza”.

Leggi anche: Sondaggio Ipsos, il M5S supera la Lega e diventa terzo partito d’Italia. FdI sfonda la soglia del 25%

Seguici su Facebook, Instagram e Telegram