Giorno di ordinaria follia a Catania

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

Momenti di violenza in piazza Nettuno, durante la domenica interdetta alle auto. Ad essere preso di mira è stato Raffaele Lo Savio, ciclista di Ruote libere, famoso per la sua bici su cui ha montato un impianto audio. Il giovane è stato raggiunto da calci e pugni e il suo mezzo distrutto e in parte gettato sugli scogli. A compiere il raid una quindicina di persone. Guarda le foto e il video

Esplode la violenza a piazza Nettuno, sul lungomare chiuso al traffico. Secondo quanto riferiscono diversi testimoni, alcuni paninari della zona – proprio di fronte via del Rotolo, che ospita diverse paninerie ambulanti e le giostre – hanno preso di mira Raffaele Lo Savio, il 24enne ciclista dell’associazione Ruote libere, diventato famoso per la sua bici su cui ha montato un impianto audio. Lo Savio faceva parte del corteo di ciclisti e pattinatori, circa 150 persone, che come ogni domenica chiusa al traffico percorreva il lungomare.

Disordini iniziali erano partiti al terzo passaggio del gruppo da piazza Nettuno dove era in corso l’annunciata manifestazione di protesta dei commercianti. Qualche tafferuglio, calci, litigi e battibecchi però rientrati.nbsp;

 

 

GUARDA IL VIDEO

 

 

L'editoriale
di Gaetano Pedullà

Il suicidio del servizio pubblico

La difesa strettamente burocratica, da perfetto travet, fatta dal direttore di Rai3 Franco Di Mare in Commissione di vigilanza (leggi l’articolo) per scrollarsi di dosso l’accusa di censura sul concertone del Primo Maggio, spiega più di un’intera enciclopedia perché il Servizio pubblico in Italia è

Continua »
TV E MEDIA