Gli italiani ci tengono a salvare la pelle: spesi 1,8 miliardi per l’acquisto di prodotti cosmetici in farmacia

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on telegram

di ELENA DE BLASI

Confezioni più sobrie e poche le testimonial famose negli spot. I cosmetici venduti nelle farmacie, dalla crema antirughe, al solare o allo shampoo per i capelli puntano alla sostanza più che alla forma. Gli italiani nell’ultimo anno hanno speso un miliardo e 800 milioni di euro per acquistare prodotti cosmetici in farmacia i, l’1,5%  in più in un anno e il 50% in più rispetto a dieci anni fa. Il 2015 ha registrato un andamento positivo nel canale delle farmacie mentre calano sensibilmente le vendite nella grande distribuzione. I consumatori non chiedono marchi specifici di cosmetici ma, seguendo il consiglio del farmacista o del medico, soluzioni ai problemi estetici di pelle e capelli, prediligendo i prodotti più delicati, senza sostanze nocive, come parabeni, paraffina, sostanze allergeniche e derivati del petrolio.

Lo attesta un’indagine, condotta su oltre 1.500 soggetti dal Centro Studi dell’associazione nazionale imprese cosmetiche Cosmetica Italia, presentata al Cosmofarma, la kermesse dedicata al mondo delle farmacie in corso alla fiera di Bologna fino al 17 aprile.

SALVARE LA PELLE

Il segmento della cura della pelle vede un successo sempre maggiore nelle farmacie italiane e non a caso è uno dei focus di questa ventesima edizione della manifestazione. Ampio spazio a convegni sulla dermocosmesi e numerose aree espositive con lettini per i trattamenti per il corpo e per il viso, nuove proposte di linee cosmetiche ad effetto filler e presentazione di brevetti efficaci nel ridurre le rughe. Ma la salute della pelle passa anche attraverso l’alimentazione, e oltre agli integratori è riconosciuta l’efficacia delle acque essenziali, disponibili anche queste nelle farmacie, da bere per regolare fegato e intestino e migliorare così l’aspetto della pelle. La sensibilità dei consumatori ai cambiamenti climatici e dunque alla protezione della cute, si traduce in un significativo incremento delle vendite dei prodotti solari e pigmentanti, cresciute del 9,4%, con un valore di oltre 400 milioni di euro, seguita dalla crescita deodoranti e antitraspiranti, +1,1%, per un volume di poco inferiore ai 410 milioni di euro. Anche se la grande distribuzione specializzata occupa una posizione importante, gli italiani ricorrono sempre più spesso al consiglio del personale specializzato delle farmacie anche per l’acquisto di prodotti per il make-up, alla ricerca di una garanzia di rispetto di standard di sicurezza e tollerabilità sulla pelle.